Il CEO di Huawei apprezzerebbe una chiamata da Joe Biden

Ren Zhengfei

Durante il processo elettorale che ha portato Joe Biden alla presidenza degli Stati Uniti, molti sono stati i media che hanno sottolineato che la politica che Donald Trump aveva portato avanti con le aziende cinesi potrebbe cambiare. Tuttavia, come ti abbiamo informato pochi giorni fa, questa politica continuerà così, almeno in relazione a Huawei.

Con Huawei da poco tempo Xiaomi si è unita, sebbene senza le stesse limitazioni di Huawei, ma è il primo passo. In un solo anno e per il divieto alle società americane di fare affari con Huawei, la società asiatica è diventato il sesto produttore che ha venduto il maggior numero di smartphone nel 2020.

In 2020, L'onore era distaccato, Il marchio secondario di Huawei in modo che possa ancora una volta godere dell'approvazione del pubblico, ricevere nuovamente i servizi di Google e probabilmente fare soldi contro le perdite economiche che Huawei deve affrontare in questo momento a causa del veto del governo degli Stati Uniti.

Si aspettano una chiamata

Il CEO e fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, ha dichiarato in un'intervista al South China Morning Post, che vorrebbe che lo facessimo Gli Stati Uniti cambieranno rotta e avranno una politica più aperta verso le aziende cinesi:

La nostra azienda non ha l'energia per farsi coinvolgere in questo turbine politico. Ci sforziamo di realizzare buoni prodotti. Ci auguriamo che il governo degli Stati Uniti possa avere una politica più aperta a vantaggio del business statunitense e dello sviluppo dell'economia statunitense.

Lo afferma anche vorrei ricevere una chiamata da Joe Biden per discutere del divieto di Huawei negli Stati Uniti e per affermare che la società non venderà mai la sua divisione di telefonia mobile.

Per quanto riguarda la tecnologia 5G che l'azienda ha sviluppato, afferma di essere disposta a farlo condividere risorse con aziende statunitensi in modo che abbiano il controllo totale sulle loro operazioni, operazioni, gestione ...

Abbiamo detto prima che la nostra tecnologia 5G può essere trasferita nella sua interezza. Ciò include non solo i diritti di sviluppo, ma anche programmi sorgente e codici sorgente. Se l'America ha bisogno della nostra tecnologia di chip, possiamo trasferirla. Le nostre parole sono sincere (ma) nessuna azienda è arrivata a negoziare con noi finora.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.