Arrivederci Pokemon Go, ciao Root

Pokémon GO

In questo post di opinione personale che volevo mettere in evidenza Arrivederci Pokemon Go, ciao Root, Voglio parlare della delicata questione o decisione di Nintendo, di vietare l'accesso al gioco a tutti gli utenti con un terminale Android rootato o con un dispositivo iOS jailbroken. Una decisione presa dai creatori di quello che fino ad ora era stato il miglior gioco per Android di tutti i tempi, almeno quello che ha avuto più clamore e ripercussioni a livello mondiale, e che ora, dopo poco più di due mesi di esistenza, quasi nessuno ricorda. lui più, tanto che gli utenti non si vedono più in massa per le strade delle città cacciare e catturare i loro Pokemon preferiti.

Ma cosa è successo a tutti questi utenti che hanno avuto allucinazioni con il gioco quest'estate? Penso di avere ragione quando penso, almeno per gli utenti Android del gioco, che molti dei cosiddetti trainer Android siano fuggiti, lasciando da parte il gioco e optando per la saggia decisione di rimanere utente root per godere di tutti i vantaggi che questo ci offre agli utenti Andy. Alcuni vantaggi a cui in nessun caso siamo disposti a rinunciare per goderci il gioco Pokemon. Vai e altro se pensiamo a cosa ci sono ancora trucchi nel gioco o tramite boot automatici o attraverso trucchi per poter giocare a Pokemon Go senza uscire di casa.

App per eseguire il root su Android

Il fatto è che anche riuscire a capire questa controversa decisione presa da Nintendo e da Niantic vietare l'accesso al gioco agli utenti root o ai terminali con jailbreak nel caso di iOS Con la sola scusa di bandire i cheat dal gioco, questo nel caso di iOS, un sistema operativo che non sono abbastanza fortunato o sfortunato da conoscere troppo bene, potrebbe aver dato loro un buon risultato e i cheat sono stati evitati, sebbene è chiaro che nel caso di Android questo non ha dato alcun risultato.

Nintendo con questa decisione che riguarda gli utenti Android con terminali Root, ha voluto che fossimo utenti iOS in cui avere un terminale con Jailbreak è sinonimo di scaricare app gratuite a pagamento o eseguire trucchi illegali, cosa che in Android, per tutto chi non sa come fare succede ai leader e ai manager di Nintendo, Non è necessario disporre di un terminale rooted per poter scaricare e installare gratuitamente applicazioni a pagamento o eseguire diversi trucchi come gioca a Pokemon Go senza uscire di casa.

Essere un utente root o avere un terminale rooted è molto più di quello che immaginano quelli di Nintendo. Avere un terminale Root ci aiuta a godere di un terminale ottimizzato per rimanere utile anche quando i produttori lo mettono da parte, con Root possiamo ottimizzare il nostro processore Android, con Root possiamo migliorare il consumo della batteria, con Root possiamo aggiornare il nostro Android quando si aggiorna a nuove versioni di Android non ci vengono più forniti. Pensate davvero che avremmo smesso di essere Root per giocare a Pokemon Go?.

È per questo e per molti altri motivi come l'arroganza di questi Nintendo che pensano non so cosa, che ho deciso di prendere la decisione, ancora esistente trucchi per poter giocare a Pokemon Go da un terminale rootato, trucchi che nascondono la radice, ho deciso di smettere di giocare a Pokemon Go raccontandoli a Nintendo e Niantic, Arrivederci Pokemon Go, ciao Root.

È stato un piacere conoscerti, ma tu rimani Pokemon Go dato che non vale la pena prendersi la briga di far lampeggiare il mio terminale per nascondere il Root, tanto meno ovviamente, fare a meno del Root in Android. Quindi ancora una volta ti dico: Arrivederci Pokemon Go, ciao Root.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

10 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   YαтøAитяαχ20XX⛔ (@ YatoAntrax20XX) suddetto

    In realtà tutto è Niantic, ciò che ha deciso è Niantic, non Nintendo. Un saluto

  2.   ramzz ramzz suddetto

    Post eccellente ???

    1.    Francisco Ruiz suddetto

      Grazie amico, saluti.

  3.   Carlos Rodriguez suddetto

    Sembri infastidito. Hanno bandito il tuo account come imbroglione?

    😀 Niente scherzi, vedo bene che prendi misure per evitare vantaggi. È vero che non sono giusti per tutti. Saluti.

    1.    Francisco Ruiz suddetto

      Il fatto è che bandire gli utenti root non impedisce agli imbroglioni di accedere al gioco. Questo è il problema con tutto questo amico.

      saluti

  4.   Mauro Vega - Argentina suddetto

    Capisco che ti sei stancato di barare. Ma imbrogliano, non giocano. Mi piace ancora giocare al MIO gioco, trovare i miei Pokemon mancanti e far evolvere quelli che posso. Mi sto ancora divertendo, non mi interessa cosa fanno gli altri. E se tirassero fuori quelli che indosso in palestra? Bene, è un gioco. Seguo il mio gioco e cercherò di inserirne un altro.
    Sono d'accordo con te su una cosa, è arbitrario e senza senso che proibiscano di giocare su computer rooted.

  5.   Andero suddetto

    Cos'è Pokémon Go? Di cosa stai parlando? (Utente root)

  6.   SkyNet801 (Jorge C.) (@ SkyNet801) suddetto

    L'ho disinstallato non appena ho visto che mi impedivano di giocare ad essere Root ... essendo Root, come si dice nell'articolo, non è che tu abbia HACKERATO IL TERMINALE come può essere il caso degli IO ... abbiamo tutti i privilegi di amministratore nel nostro Windows e nessuno sviluppatore Gli viene in mente di dire che se sei l'amministratore del tuo PC non puoi giocare a questo o quel gioco nel caso in cui accedi ai file di gioco e li modifichi ... per quello, sistemi come PunkNuster per PC o simili è uscito che i giochi chiedessero di aver installato, ma non viene nemmeno in mente a nessuno di concedere l'accesso agli utenti con privilegi di amministratore (che ripeto, è il tipo di profilo più utilizzato in Windows da tutti di noi ...)

    Quello che mi sorprende è che Niantic, essendo Google stesso, ha deciso di bloccare l'accesso agli utenti Root ... questo suona più spaventoso che inesperto e profano sull'argomento rispetto ai tecnici di Google (Niantic lo ha comprato Google da quando hanno rilasciato il gioco prima di Pokemon Go , chiamato Ingress).

    Per me questa decisione deve essere stata imposta dall'esterno e se può essere stata la stessa Nintendo, profana in quello che deve essere Root, quella che ha imposto l'idea di farlo.

    E ripeto, essere root significa non avere il telefono "hackerato" o "hackerato" o qualcosa del genere come nel caso degli IO ...

  7.   pauletta suddetto

    Raccomando agli INUTILI programmatori Niantic di chiedere in SUPERCELL come fanno a bandire i cheat. Nelle classi di clan vieni bannato per l'utilizzo di app di terze parti non perché sei root.
    Puoi far giocare i giocatori root e non i cheat, devi solo sapere come programmare.

  8.   Daniel suddetto

    Mi sembra che Niantic o Nintendo, o chiunque altro, stavolta si sia sbagliato…. Il gioco doveva semplicemente evolversi in base alle richieste degli utenti e non lasciarlo così semplice e monotono come diventa dopo diverse ore di utilizzo ... Inoltre, chi può dire che il tempo investito nel gioco, in alcun modo, non è prezioso per loro ... È un gioco molto limitato e non adatto a tutte le età ... Infine, se ti esponi nel mondo reale, sicuramente nessuno giocherebbe di notte, o da nessuna parte, quindi grazie a chi sviluppare quelle opzioni per poter giocare in sicurezza da casa ... e se queste opzioni sono disponibili sul mercato, ci saranno sempre persone disposte a trarne vantaggio ... è hacking? Chi perde? ... peccato che Niantec abbia una mente così chiusa ... Si evolvono come i loro Pokemon ....