Realme GT - Test approfondito della fotocamera

Lindahl ha battezzato questo Realme GT che vi abbiamo mostrato all'epoca Lanciandosi come "ammiraglia killer", però, per poter detronizzare i costosi terminali delle gamme più alte, è necessario avere una fotocamera da abbinare. la fotocamera è proprio una delle sezioni in cui i terminali costosi tendono a differenziarsi maggiormente da quelli "meno costosi".

Abbiamo analizzato a fondo la fotocamera del nuovo Realme GT per determinare se è davvero in grado di posizionarsi tra i terminali di fascia alta che intende sconfiggere. Resta con noi e scopri tutti i dettagli della fotocamera di questo Realme GT.

Come sempre, vi consigliamo di dare prima un'occhiata al nostro video in alto in cui abbiamo analizzato in modo molto dettagliato sia l'applicazione fotocamera del Realme gt come piccole clip dove osserveremo anche la registrazione video. Cogli l'occasione per iscriverti al nostro canale e aiutare la comunità Androidsis in generale a continuare a crescere. In questo modo possiamo continuare a portarti i migliori contenuti, le migliori analisi e soprattutto tanti consigli per ottenere il massimo dal tuo Android.

Caratteristiche tecniche del Realme GT

In linea di massima ci soffermeremo un attimo a dare un'occhiata a tutte le caratteristiche tecniche in generale di questo Realme GT, dove spicca il suo potente processore. allo stesso modo, puoi vedere l'analisi approfondita che abbiamo recentemente condotto.

Specifiche tecniche Realme GT
Marchio Lindahl
Modello GT
Piattaforma Android 11 + Realme UI 2.0
Schermo SuperAMOLED 6.43" FHD+ (2400*1080) con frequenza di aggiornamento di 120 Hz e 1000 nits
Processore Qualcomm Snapdragon 888 5G
RAM LPDDR8 da 12/5 GB
Memoria interna 128/256 UFS 3.1
Videocamera posteriore Sony 64MP f/1.8 IMX682 + 8MP UGA 119º f/2.3 + 2MP Macro f/2.4
Fotocamera frontale 16MP f/2.5 GA 78º
connettività Bluetooth 5.0 - DualSIM 5G - WiFi 6 - NFC - IR - Doppio GPS
Batteria 4.500 mAh con ricarica rapida 65 W

Applicazione fotocamera Realme GT

Dobbiamo iniziare la casa dalle fondamenta, e per scattare buone foto la prima cosa di cui abbiamo bisogno è proprio un'applicazione fotografica. L'applicazione Realme UI 2.0 è abbastanza semplice e inevitabilmente ci ricorda quella offerta da alternative della stessa profondità di Apple su iOS e della fotocamera di Xiaomi. Tuttavia, questo è forse un po' più complesso. Le prestazioni sono sovranamente veloci e il passaggio tra i diversi sensori è buono e veloce, non abbiamo riscontrato alcun problema in tal senso.

Detto questo, l'applicazione offre buone prestazioni complessive, come sempre accade con Realme UI 2.0 quindi non possiamo lamentarci. L'interfaccia accompagna lo scatto veloce e le funzionalità più necessarie e comuni sono molto vicine al dito.

Test della fotocamera

Iniziamo con il sensore principale, più specificamente Sony IMX682 con 64MP e apertura f/1.9 con un composito di sei pezzi. Questo sensore Sony è abbastanza collaudato e offre esattamente il risultato che ci si aspetterebbe da esso. Nonostante l'annuncio di 64 MP, la realtà è che gli scatti fotografici vengono effettuati con una "risoluzione" molto più bassa, anche se possiamo optare per lo scatto da 64 MP disponibile nell'applicazione fotocamera Realme UI 2.0.

La fotocamera regge bene in scatti di ogni tipo, anche di notte. Non soffre di contrasti e otteniamo risultati ben definiti che direi addirittura rasentano i risultati delle fotocamere principali in terminali molto più costosi. Lo scatto è forse un po' scuro ma la resa cromatica manca di un po' di saturazione, tuttavia questo fa piacere a molti utenti e fa sembrare il pannello SuperAMOLED buono. Si consiglia di scattare le fotografie con il formato HDR attivato in modalità automatica, otterremo risultati migliori ed eviteremo comunque di bruciare i cieli.

Continuiamo ora con il Sensore ultra grandangolare da 8 MP con apertura f / 2.3 di cinque pezzi che ha la possibilità di catturare contenuti fino a 119º. Il risultato inizia a calare notevolmente, soprattutto se confrontato con il sensore principale. Nonostante questo, le aberrazioni sui lati degli obiettivi ultra grandangolari sono altamente corrette, Un sapore agrodolce in generale ci lascerà con questo Ultra Wide Angle che inizia a soffrire molto con i contrasti luminosi e soprattutto con anche piccole assenze di luce. Qui siamo di fronte al primo promemoria che non siamo di fronte ad un terminale di fascia alta, soprattutto dopo il buon risultato del sensore principale.

Ci troviamo con un eccesso di post-elaborazione che provoca una sensazione di "acquerello", e sappiamo già cosa significa: abbiamo pochissima definizione nell'immagine. Tuttavia, con la "modalità notturna" la foto sembra illuminarsi come per magia durante lo scatto. Tuttavia, quando scattiamo e ingrandiamo l'immagine, ci rendiamo subito conto che è quasi completamente priva di definizione e che la quantità di rumore è troppo alta.

Continuiamo con il sensore Macro da 2 MP con apertura f/2.4 in tre pezzi destinato ad aiutarci principalmente con contenuti eccessivamente vicini. Questo sensore offre risultati eccessivamente scadenti in condizioni di illuminazione o contrasto avverse. D'altra parte, abbiamo un Zoom digitale con due volte e cinque volte. Quello a due ingrandimenti sfrutta il sensore principale e il risultato è sovranamente buono, mentre quello a cinque ingrandimenti appanna già qualsiasi tipo di contenuto e rende molto difficile prenderlo a causa della stabilizzazione.

Andiamo dritti alla telecamera Selfie, una lentiggine frontale da 16 MP con apertura f/2.5 su un obiettivo grandangolare in grado di assorbire contenuti a 78º. Offre un buon risultato anche nei contrasti e ci permetterà anche di regolare la modalità Ritratto e la modalità Bellezza. Nonostante ciò, abbiamo risultati eccessivamente postelaborati, come solitamente accade in questo tipo di terminali. Qualcosa con cui non ci preoccupiamo nemmeno più di combattere.

Le telecamere sono in grado di registrare con risoluzioni 4K fino a 60 FPS e ti consigliamo di dare un'occhiata al video che abbiamo nella parte superiore per vedere come fanno le catture. Abbiamo un'ottima stabilizzazione nell'obiettivo principale e risultati identici a quelli fotografici nel resto dei sensori, dove facciamo direttamente a meno dell'obiettivo Macro.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.