Giocatori, siete fortunati: Nintendo entrerà nel mercato degli smartphone

nintendo-android

Nintendo ha sempre combattuto contro corrente con le sue console portatili. Nonostante l'ascesa degli smartphone e l'aumento di qualità dei giochi disponibili, il produttore giapponese sempre ha affermato attivamente e passivamente che non sarebbe entrato nel mercato degli smartphone. Ma le cose cambieranno.

Ed è che attraverso il sito web dell'Ufficio Brevetti degli Stati Uniti abbiamo visto che Nintendo ha brevettato un file Emulatore software per le tue console Gameboy, Gameboy Color e GameBoy Advance per piattaforme mobili.

Nintendo brevetta un emulatore per dispositivi mobili

Fino ad ora, l'unico modo per riprodurre un titolo del produttore giapponese era tramite emulatori, ma alla fine Nintendo è tornata in sé e rilascerà il proprio emulatore. Tenendo conto delle console che emulerà, qualsiasi smartphone, indipendentemente dalle sue caratteristiche semplici, sarà in grado di riprodurre i giochi su queste console. Come puoi vedere nelle immagini, questo brevetto Nintendo è destinato a computer desktop e dispositivi mobili.

Considerando che attualmente Nintendo 3DS, Nintendo Wii e Wii U consentono di emulare giochi SNES, NES e GameBoy, non credo ci vorrà molto per lanciare un emulatore compatibile con queste console. E la possibilità di potere giocare legalmente ai titoli Nintendo, soprattutto la saga di Mario Mario, Legend of Zelda o Metroid, nei nostri smartphone e tablet ottimizzati per ottenere il massimo da essa, mi sembra un'idea davvero allettante.

Non avrebbe senso per Nintendo lanciare semplicemente un'app di emulazione, punto. La cosa più probabile è che il team di sviluppo del famoso produttore di videogiochi ottimizzerà i propri videogiochi in modo che funzionino come la seta sui nostri smartphone e tablet. Per non parlare di nuove app mobili ciò contribuirà ad aumentare le vendite per Nintendo, che sta soffrendo molto a causa della crisi.

Sì, devono fare le cose molto, molto bene. Attualmente ci sono centinaia di emulatori che ci consentono di simulare la maggior parte delle console retrò del produttore sui nostri telefoni e tablet, quindi se Nintendo vuole vendere il suo prodotto deve darci qualche incentivo. Vedremo cosa ci sorprendono questi pazzi giapponesi, anche se per ora l'idea sembra molto buona.

E tu, se migliorano la qualità dei videogiochi con un leggero lifting e miglioramenti del suono, acquisteresti giochi Nintendo dal Play Store?

Origine immagine intestazione: androide


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

4 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Cristian Javier Moreno suddetto

    haha, come sarebbe?

  2.   Cristian Javier Moreno suddetto

    haha, come sarebbe interessante?

  3.   manolo suddetto

    face lift dice haha, non hai visto i giochi che hanno nella console virtuale sono gli stessi di 500 anni fa

  4.   Santi suddetto

    Voglio che l'autore della notizia mi risponda e mi dica se conosce il termine "brevetto preventivo"
    Vediamo se ottieni maggiori informazioni.
    Di fronte alla proliferazione di emulatori Nintendo ILLEGALI su Android, l'azienda ha deciso di brevettare i propri emulatori per porre fine alla pirateria. FINE NOTIZIE