Come sbloccare un cellulare Android con lo schermo rotto

riparare lo schermo mobile rotto

Se lo schermo del tuo cellulare si è rotto e non riesci a sbloccarlo per fare un backup dei dati che memorizzi, sei arrivato all'articolo giusto. In questo articolo ti mostriamo tutte le possibili opzioni per sbloccare un cellulare Android con uno schermo rotto.

Questo metodo è ugualmente valido se si tratta di un tablet Android. Prima di continuare, voglio ricordartelo, se vuoi impedire che lo schermo del tuo cellulare si rompa di nuovo, è meglio usare a salvaschermo insieme a una copertina. Costano molto poco rispetto a quanto costa cambiare lo schermo o acquistare un nuovo cellulare.

Collegalo a un monitor o TV e mouse

cavo otg

Se il tuo cellulare ha qualche anno, il primo metodo che dovresti provare è utilizzare un cavo OTG, un cavo che ci consente di collegare un mouse, un monitor, una tastiera o un'unità di archiviazione esterna al nostro smartphone.

In questo caso, dovremmo optare per a cavo otg insieme con un mozzo in modo da collegalo a un monitor o TV insieme a un mouse cablato.

In questo modo, con il mouse saremo in grado di farlo sbloccare lo schermo cliccando sui numeri che fanno parte del codice o completando la sequenza di sblocco.

Ma se il tuo cellulare incorpora una porta USB-C, meglio, dal momento che possiamo trovare sul mercato Hub che incorporano uscite HDMI (per collegarlo a un monitor) e diverse porte USB per collegare una tastiera.

questo hub, incorpora fino a 7 porte diverse, tra cui Uscita HDMI, lettore di schede e 3 porte USB-A.

Se hai un cellulare Samsung

sbloccare lo schermo rotto samsung

Se possiedi uno smartphone Samsung, non è necessario ricorrere a trucchi, cavi e altro per poter sbloccare il tuo smartphone grazie alla funzione Samsung Find My Mobile, a patto che, hai registrato il tuo dispositivo tramite un account Samsung.

Samsung, come Apple e Huawei, ci consente di creare un account per associare i dispositivi. In questo modo possiamo ottenere una serie di servizi aggiuntivi come cercare il nostro cellulare, bloccarlo, cancellarne il contenuto e persino, nel caso di Samsung, sbloccare lo schermo.

Samsung offre la possibilità di sbloccare lo schermo dei propri dispositivi per evitare che l'utente debba resettare il proprio dispositivo da zero se hai dimenticato la password o la sequenza di sblocco, una funzionalità che solo il produttore coreano ci offre.

a Sblocca lo schermo di un cellulare o tablet Samsung, dobbiamo eseguire i passaggi che ti mostro di seguito:

Ovviamente, saremo solo in grado di sbloccare lo schermo di un cellulare associato al nostro account, non saremo in grado di sbloccare lo schermo di nessun cellulare se non sappiamo a quale account è associato.
  • Successivamente, nella colonna di destra, verranno visualizzati i dispositivi associati all'account.
  • Clicca sul dispositivo in questione e vai sul lato destro.
  • Nella finestra che appare, clicca su Sblocca e inserisci la password per il nostro account.
L'inserimento della password del nostro account è necessario per confermare che siamo gli utenti legittimi di tale account e che non stiamo utilizzando il computer del proprietario dello smartphone per sbloccarlo.

ADB

ADB

Prima di continuare a leggere questa sezione (non voglio farti perdere tempo) devi sapere che per utilizzare questa funzione è necessario che il nostro smartphone avere il debug USB abilitato, funzionalità disponibile tramite il menu Opzioni sviluppatore.

Se no, allora puoi andare alla sezione successiva. Se, invece, ti ricordi di averlo attivato, è probabile che tu l'abbia scaricato in precedenza ADB sul tuo PC o Mac Windows o Linux (puoi scaricarlo tramite questo link).

ADB è un'applicazione che dobbiamo decomprimere in una directory e a cui dobbiamo accedere, quindi è consigliabile installarlo in una directory facilmente accessibile.

Dopo aver decompresso l'applicazione, eseguiremo i seguenti passaggi:

  • Colleghiamo il nostro smartphone all'apparecchiatura.
  • In Windows, apriamo una finestra di comando tramite la funzione CMD e andiamo alla directory dove abbiamo decompresso l'applicazione.
  • Poi scriviamo dispositivi adb e premere Invio per assicurarsi che il computer abbia riconosciuto il terminale.
  • Successivamente, scriviamo input shell adb xxxx e premere Invio dove xxxx è il codice PIN. Quindi, digitiamo shell input keyevent 66 e premiamo Invio.

Se sei protetto con una sequenza di sblocco

Non tutti usano un codice numerico per proteggere l'accesso al proprio terminale, ma viene utilizzata una sequenza di sblocco, poiché è un processo più rapido e confortevole.

Se è il tuo caso, tramite ADB possiamo anche liberarcene, ma il processo richiede un numero maggiore di processi, processi che ti mostriamo di seguito (dopo ogni riga dobbiamo premere Invio).

  • adb shell
  • cd /data/data/com.android.providers.settings/database
  • impostazioni sqlite3.db
  • update system set value = 0 dove name = 'lock_pattern_autolock';
  • aggiorna il valore impostato del sistema = 0 dove name = 'lockscreen.lockedoutpermanently';
  • .smettere
  • uscita
  • Riavviare adb

Se non siamo ancora riusciti a rimuovere lo schema di blocco, possiamo entra in questa riga comando aggiuntivo:

  • adb shell rm /data/system/gesture.key

App di sblocco dello schermo

schermo rotto

Samsung ce lo permette sblocca lo schermo dei tuoi terminali da remoto se abbiamo dimenticato il codice PIN, la sequenza di sblocco o non c'è modo che riconosca la nostra impronta digitale o il nostro viso e quindi possa accedere al suo interno.

Tuttavia, come ho già detto, il resto dei produttori non ci offre questa opzione, quindi l'unica risorsa che ci resta è passare per cassiere e paga per una delle diverse applicazioni disponibili per sbloccare l'accesso al terminale.

Queste applicazioni, sfruttare le esigenze degli utenti (e non sono proprio economici), ci permettono di sbloccare lo schermo e fare un backup di tutti i dati che ci sono dentro.

Tuttavia, non solo ci consente di sbloccare lo schermo per poter accedere al suo interno senza fare un backup, dal momento che il processo prevede il ripristino del dispositivo, ovvero tutto il contenuto archiviato al suo interno viene eliminato.

Vale la pena cambiare lo schermo?

Dipende. Se il cellulare è di fascia alta, la sostituzione può costarci tra 200 e 300 euro, purché scegliamo di utilizzare il servizio tecnico ufficiale. Questo prezzo si riduce praticamente della metà o meno se andiamo in un'officina mobile nelle nostre vicinanze.

Ma ovviamente la qualità dello schermo sarà molto inferiore all'originale, non avrà lo stesso livello di luminosità… Queste aziende non utilizzano pezzi di ricambio originali.

Se si tratta di un cellulare di fascia media, il prezzo per la sostituzione dello schermo sarà inferiore e, a volte, vale la pena comprare un nuovo telefono che cambiarlo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.