Samsung brevetta il lettore di impronte digitali sotto lo schermo, ma non sarà nel Galaxy S9

Lettore di impronte digitali Samsung

Te lo abbiamo detto un paio di giorni fa Samsung Ci stavo lavorando integrare il sensore di impronte digitali nella parte inferiore dello schermo. Inoltre, i piani della multinazionale coreana sembrava includere l'introduzione nel Galaxy S9, la fascia alta che arriverà all'inizio del 2018. Sembra che queste voci abbiano una certa parte.

Samsung sta lavorando per far sedere il lettore di impronte digitali sullo schermo del telefono. È vero, infatti, l'azienda ha già un brevetto su di esso. Quindi questa idea e il suo successivo sviluppo sono veri. Ma sembra proprio così non lo includeranno nel Galaxy S9.

L'azienda coreana ha brevettato una tecnologia grazie alla quale integrare il lettore di impronte digitali nella parte inferiore dello schermo. Oltre a fornire al sensore un sistema che rileva se l'utente esercita pressione. Ma, nonostante questo brevetto, sembra che il Galaxy S9 non avrà questa funzionalità.

Brevetto Samsung

Samsung ha registrato il brevetto con il Servizio di informazioni sui diritti di proprietà intellettuale della Corea del Sud. Questo brevetto mostra il sistema sviluppato dall'azienda. Sistema secondo il quale l'azienda vuole incorporare un sensore sotto il vetro dello schermo. In modo che vengano rilevate le impronte digitali degli utenti.

Il rapporto che ha la multinazionale coreana registrato mostra il lettore posto sotto lo schermo. Ha anche una tecnologia simile al sistema Apple Touch 3D. Secondo questa tecnologia il sistema riesce a interpretare il livello di pressione esercitato sul vetro.

Sebbene Samsung sembri essere molto avanzato in questo sviluppo, non sono tutte buone notizie. Sembra che il file Galaxy S9 non sarà in grado di godere di questa funzionalità. Sembra che questa tecnologia non sarà pronto per la prossima generazione di Galaxy S9. Potrebbe arrivare alla fine del prossimo anno con il Galaxy Note 9, anche se dovremo aspettare per scoprirlo.

Ciò che è chiaro è questo Samsung non rimarrà indietro quando si tratterà di utilizzare questa tecnologia. Resta da attendere qualche mese fino alla sua presentazione. Ma tutto indica che non deluderà.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.