Android P è ora ufficiale: conosci tutti i dettagli

Android P

Dopo settimane con abbastanza notizie e fughe di notizie, Android P è già tra noi. La nuova versione del sistema operativo di Google arriva ufficialmente nella versione di anteprima per sviluppatori. Questa versione è già disponibile e può essere scaricata e installata. Quindi possiamo già conoscere le principali novità che ci lascia.

Dopo aver conosciuto alcune delle nuove funzioni che Android P ci avrebbe portato. Questa versione per sviluppatori ci aiuta a farci un'idea molto chiara della nuova versione del sistema operativo. Una versione che sarà presentata in modo più dettagliato al Google I / O 2018.

Questa versione per gli sviluppatori Android P. è disponibile in web per sviluppatori in modo che l'installazione possa essere eseguita manualmente. Sebbene questa edizione preliminare non sia attualmente disponibile nel programma Android Beta. Tutto indica che non sarà disponibile fino a quando non arriverà la seconda versione con Google I / O 2018.

Lo stesso Google commenta che Android P è una versione che cerca di migliorare gli aspetti di base del sistema. Ad esempio, la gestione delle notifiche, il sistema di completamento automatico o i processi in background, tra le altre funzioni.

Conosciamo già le novità che questa versione ci porta. Cosa possiamo aspettarci da Android P?

Novità di Android P

Posizione interna

Iniziamo con il posizionamento indoor tramite WiFi RTT. Fornire un posizionamento esatto è complicato, molto di più all'interno. Qualcosa che questa nuova versione del sistema operativo cerca di migliorare. Pertanto, viene aggiunto Supporto del protocollo WiFi IEEE 802.11 mc, noto anche come WiFi Round-Trip-Time (RTT). I telefoni compatibili con l'hardware con questa tecnologia potranno utilizzare le API di RTT per misurare accuratamente le distanze.

Grazie a queste API sarà possibile usufruire di alcune nuove funzionalità. Ad esempio, navigazione interna o comando vocale per attivare la domotica nella nostra casa. Quindi è prevista una buona integrazione a questo proposito. Oltre a forse un ruolo maggiore per l'Assistente Google.

Notch Android P

In secondo luogo, Android P presenta anche il supporto nativo per il notch. Gli sviluppatori potranno lavorare con un massimo di tre diverse dimensioni. Quindi questa funzione mostra che la tacca è arrivata a rimanere nel mercato.

Anche le notifiche sono di nuovo protagoniste. Google ha fatto uno sforzo per introdurre miglioramenti funzionali e visivi in ​​questa nuova versione del sistema operativo. Sarà più facile condividere i messaggi dalla barra di stato o dalla barra delle notifiche. Principalmente perché verranno presentate le anteprime dei contenuti che ci vengono inviati. Quindi, se ci invii foto o video, possiamo vederne un'anteprima.

Notifiche Android P.

Avremo anche a disposizione suggerimenti per le risposte. Qualcosa che Google ha introdotto in primo luogo nell'applicazione Gmail. Sembra che questa funzione sia piaciuta e abbia funzionato bene. Quindi hanno voluto espandere il suo utilizzo in Android in generale. Quindi torniamo indietro per vedere come migliorano le notifiche. Inoltre, è previsto un nuovo design nella barra delle notifiche, ora sarà più arrotondato.

Altre nuove funzionalità in Android P

Queste sono le principali funzioni che ci presenterà la nuova versione del sistema operativo. Ma non sono gli unici. Ce ne sono molti altri che possiamo aspettarci. Sebbene queste funzioni non siano così conosciute o non abbiano la stessa importanza. Vi lasciamo di seguito con alcune di queste funzioni aggiuntive:

  1. Miglioramenti delle prestazioni ART
  2. Il completamento automatico all'interno delle applicazioni verrà migliorato
  3. Viene introdotta una nuova API per i pagamenti mobili
  4. L'accesso al microfono, alla fotocamera e a tutti i sensori sarà limitato alle applicazioni in background. Una funzionalità che era già stata rivelata qualche settimana fa.
  5. Cambiamenti nel controllo energetico
  6. Supporto nativo per più codec di immagini e video (HDR VP9 o HEIF)
  7. Nuova API di rete neurale per accelerare i processi di apprendimento automatico
  8. API per applicazioni di terze parti per richiedere informazioni dal sensore secondario sui telefoni dotati di doppia fotocamera

Si vede che le novità sono tante e che sono anche le più varie. Poiché ce ne sono alcuni che influenzano il funzionamento del telefono, mentre altri si concentrano sulla privacy. Ma sembra chiaro che Android P è un miglioramento in molti modi.

Logo Android P.

Queste informazioni ci danno un'idea abbastanza approssimativa di cosa possiamo aspettarci da Android P. Queste sono alcune pennellate di tutto ciò che questa nuova versione del sistema operativo ci lascerà. L'azienda è fortemente impegnata nel miglioramento di Android Oreo. Quindi ci sono sicuramente molte aspettative intorno a questa nuova versione.

Sicuramente a maggio durante la celebrazione del Google I / O 2018 sapremo più precisamente maggiori informazioni su queste nuove funzioni. Possono anche essere presenti alcune funzioni aggiuntive. Ad ogni modo, saremo molto attenti a tutto ciò che Android P ha da lasciarci. Cosa ne pensate di questa nuova funzionalità del sistema operativo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Android Rumors suddetto

    🙂

  2.   Giuliano Ns suddetto

    Quanto è eccellente ... arriverà il mio selfie Huawei p10 ???