Il mio cellulare è stato rubato, cosa devo fare?

cellulare rubato

Se hai ha rubato il cellulare E a causa dello shock, non sai cosa fare, in questo articolo ti guideremo passo dopo passo per evitare due cose: che il tuo cellulare sia un oggetto aziendale e che possano estrarre qualsiasi tipo di informazione dal tuo dispositivo.

Molti di noi usano il nostro smartphone come dispositivo principale per svolgere le solite attività quotidiane come connettersi alla banca, mantenere i contatti con amici e familiari tramite chiamate o applicazioni di messaggistica, accedere alla nostra posta elettronica, come una foto e una videocamera ...

Il mio cellulare è stato rubato: passaggi da seguire

La prima cosa che dobbiamo sapere quando il nostro smartphone è scomparso dalla nostra vista è se ci è stato davvero rubato o se lo abbiamo lasciato dimenticato ovunque. Se lo abbiamo lasciato dimenticato in una caffetteria o in un negozio, si spera che uno dei clienti lo consegni alle commesse.

Trova il nostro dispositivo

Trova il dispositivo Google

In modo nativo, ogni volta che attiviamo il nostro nuovo smartphone con i dati del nostro account, viene attivato un sistema di localizzazione che, oltre a farci sapere dove si trova il nostro smartphone, viene anche utilizzato da Google per tracciare la nostra mobilità e offrirci così risultati di ricerca migliori.

Per cercare il nostro dispositivo dobbiamo visitare il web Trova il mio dispositivo Google, inserisci i dati del nostro account Google e attendi la posizione del nostro dispositivo è mostrata sulla mappa. Se si dispone della connettività Internet in quel momento, verrà visualizzata la sua posizione esatta.

Google trova il mio dispositivo
Google trova il mio dispositivo
Sviluppatore: Google LLC
Prezzo: Gratis

Se non disponi di una connessione Internet, l'ultima posizione verrà visualizzata e il tempo trascorso da quando è stato rilevato in quella posizione. Se il terminale è ancora acceso e conosciamo la posizione, si spera di averlo perso e non è stato rubato.

Ma anche Trova il mio dispositivo Google, ci permette inoltre di:

Trova e resetta il dispositivo Android

Riproduci un suono

Questa funzione è ideale per quando abbiamo dimenticato il nostro smartphone a casa di un amico oa casa nostra e non c'è modo di trovarlo perché abbiamo avuto la cattiva idea di silenziarlo. Facendo clic su questa opzione, il dispositivo inizierà a emettere un suono intermittente questo ci aiuterà a individuarlo.

Blocca il dispositivo

Se non abbiamo preso la precauzione di bloccare l'accesso al nostro smartphone, tramite questa opzione, possiamo bloccarlo e visualizzare un messaggio sullo schermo del dispositivo con il nostro numero di telefono in modo che se un Buon Samaritano lo trova, può contattarci.

Elimina tutto il contenuto

Quando abbiamo provato tutte le opzioni possibili e non siamo riusciti a recuperare il nostro smartphone, dobbiamo fare uso di questa opzione. L'opzione Elimina, rimuovere tutto il contenuto dal dispositivo, assolutamente tutto una volta che ti connetti a Internet.

Eliminando tutto il contenuto memorizzato sul dispositivo, non saremo in grado di localizzarlo nuovamente, ma almeno avremo la sicurezza che la persona che ce l'ha rubato, non potrai accedere ai nostri dati personali, immagini e video.

Cambia password

Cambia password

Se il tuo terminale non è stato protetto con una password, una sequenza, un'impronta digitale o un sistema di riconoscimento facciale, chiunque abbia accesso al tuo terminale potrà accedere agli account dai tuoi social network, account di posta elettronica, account WhatsApp ...

La modifica delle password di tutti i servizi che utilizziamo regolarmente è uno dei primi passi che dobbiamo fare quando il nostro smartphone è scomparso. In questo modo impedirai agli amici di altri che si sono fatti da soli con il tuo cellulare di accedere ai tuoi social network e di impossessarsene, cambiando l'email associata, la password di accesso ...

Annulla la scheda SIM

Honor 8A Pro ufficiale

Anche se sta diventando meno comune, a causa della sicurezza nulla offerta dagli SMS, possiamo ancora trovare alcune aziende che utilizzano messaggi di testo per inviare un codice di conferma dell'accesso alla tua piattaforma.

Annullando la SIM, impedirai a chi ti ha rubato il cellulare accedi nuovamente alle tue piattaforme digitali ricevere quel numero di conferma, metodo noto come autenticazione a due fattori con cui chi offre il servizio si assicura che tu sia il legittimo proprietario.

Blocca l'IMEI tramite il tuo operatore

Android IMEI

L'IMEI (International Mobile Equipment Identify) è l'identificativo univoco di ogni smartphone, un codice composto da numeri che si trova sia sul la tua morsettiera come nel fattura d'acquisto. Se il tuo cellulare è stato rubato e non hai la scatola o la fattura di acquisto, se hai acquistato il cellulare dal tuo operatore, lo faranno registrare.

Con quel numero puoi contattare il tuo operatore per bloccarlo. Una volta che il numero di telefono è bloccato, quel terminale perderai tutta la connettività che offri, avrai solo una connessione Wi-Fi. Anche se la SIM viene cambiata, lo smartphone avrà chiamate, messaggi e connettività Internet bloccati.

Android GPS
Articolo correlato:
Come individuare un cellulare Android smarrito o rubato

Questo è uno dei metodi utilizzati dagli operatori telefonici quando un cliente non rispetta i termini di pagamento. Questa è l'ultima opzione che dobbiamo considerare, poiché sebbene sia possibile eliminare il blocco tramite IMEI, il processo tramite gli operatori può richiedere molto tempo.

Denuncia il furto alla polizia

segnala cellulare rubato

Tantissimi sono gli utenti che scelgono di non denunciare il furto dei propri terminali, trattandosi nel 99% dei casi di una segnalazione non li aiuterà a riaverlo indietro. Per poter denunciare il furto, il primo requisito necessario è conoscere l'IMEI del terminale.

Denunciare il furto del tuo smartphone può aiutare la polizia a verificare se determinate aree di una città stanno commettendo questo tipo di crimine per concentrare i loro sforzi e, si spera, arrestare coloro che lo compiono e con esso ripristina il tuo dispositivo.

Inoltre, alcuni operatori potrebbero richiedere una copia del reclamo per poter bloccare l'IMEI del tuo terminale, quindi non fa mai male segnalarlo, dato che puoi farlo comodamente da internet avendo un periodo di 72 ore per ratificare di persona il reclamo senza aspettare.

Proteggi il tuo dispositivo in caso di smarrimento

Aggiungi un sistema di blocco degli accessi

bloccare il dispositivo Android

In alcune sezioni di questo articolo ho commentato la necessità di bloccare l'accesso al nostro terminale Attraverso i diversi metodi che i produttori mettono a nostra disposizione. Indipendentemente dal metodo di protezione che utilizziamo, tutti sono incaricati di crittografare il contenuto del nostro terminale.

Crittografando il contenuto del nostro smartphone, accedi alle informazioni che abbiamo memorizzato al suo interno sarà una missione impossibile (quasi) se non conosciamo il metodo di sblocco.

Se non utilizziamo alcun metodo per bloccare l'accesso al nostro terminale, le informazioni si trovano all'interno non sarà crittografato, in modo che chiunque possa accedervi senza impedimenti.

L'unico modo per decrittografare il contenuto del dispositivo, senza conoscere la password, è ripristino dei dati di fabbrica, processo associato alla perdita di tutte le informazioni che abbiamo memorizzato in esso.

Effettua backup regolari

Editor video di Google Foto

Da quando il metodo di archiviazione è diventato digitale, è nata la necessità imperativa di fare copie di backup. Fare un backup è un processo molto semplice, che richiede pochissimo tempo e ci risparmierà un gran numero di problemi, sia perché il nostro cellulare è stato rubato, perché ha smesso di funzionare, lo schermo si è rotto, abbiamo perso ...

Le informazioni che ci interessa di più conservare a tutti gli utenti sono le foto e video. Attraverso Google Foto possiamo avere un backup automatico di tutte le immagini e i video che realizziamo con il nostro smartphone in ogni momento.

Anche se è vero che è limitato a 15 GB, è uno spazio che possiamo impiegano diversi anni per riempirsi con il normale utilizzo del dispositivo. Quando vediamo che lo spazio è esaurito, per continuare a sfruttare questa funzionalità, dobbiamo copiare le immagini più vecchie che vogliamo conservare su un disco rigido esterno e quindi essere in grado di liberare spazio nel cloud di Google.

Un'altra opzione, meno consigliabile, è collegare periodicamente il nostro smartphone a un computer per fare una copia di backup di tutte le immagini e i video che abbiamo acquisito dall'ultima volta che abbiamo eseguito un backup. A meno che non abbiamo l'abitudine di fare un backup ogni giorno, non è il metodo migliore da seguire per avere sempre un backup dell'intero smartphone.

Annota l'IMEI in un luogo sicuro

Contatti Google

Se sei uno di quelli a cui piace butta via le scatole di tutto ciò che compri, la scatola del tuo smartphone probabilmente non fa eccezione. Se è così, conoscere il numero IMEI in caso di furto dello smartphone è una missione impossibile, soprattutto se non conservi nemmeno la fattura di acquisto.

Per evitare questo piccolo problema non ci resta che inserire il codice * # 06 # nell'applicazione del nostro smartphone a sapere qual è il numero IMEI del nostro dispositivo. L'ideale è memorizzare quel numero come contatto nella nostra agenda, purché i dati siano sincronizzati con il nostro account Gmail.

Così, potremo sempre avere accesso al nostro numero IMEI Se dobbiamo presentare un reclamo alla polizia o contattare il nostro operatore telefonico per procedere al blocco dell'identificativo del nostro telefono in modo che nessun altro possa utilizzarlo di nuovo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.