La vera storia di Android - Android 1.0 Apple Pie è qui (2007)

La vera storia di Android

In Androidsis abbiamo iniziato un viaggio storico attraverso la nascita e l'evoluzione di Android in una sezione che abbiamo chiamato La vera storia di Android. Tutto è iniziato nel 2003 e abbiamo già scritto dei suoi tre capitoli in cui abbiamo commentato i suoi inizi, le sue tappe e ora quello che potremmo considerare il primo vero servizio. Cioè, la prima versione ufficiale di Android. In questo caso siamo nel 2007, e siamo di fronte a un lancio storico, proprio in questa data Google ha fatto conoscere al mondo le ragioni dell'acquisto. Ci ha presentato Torta di mele Android 1.0.

Prima del lancio di Android 1.0 Apple Pie, sarebbe arrivata un'alleanza fondamentale per l'operazione. Era infatti il ​​5 novembre 2007 quando abbiamo trovato un incontro tra LG, Qualcomm, Intel, T-Mobile, Sprint Nextel, Moto, Texas Instruments o HTC in cui è stato firmato un accordo di collaborazione con standard aperti, in cui logicamente Android era l'ultima ragione di tutto questo. Solo un mese dopo, altre 14 società avrebbero aderito alla stessa risoluzione. Tra i più importanti ARM, Garmin, Sony Ericsson, Toshiba, Vodafone o ZTE. E proprio in quella stessa data Google ha rilasciato al mondo la prima versione del sistema operativo che conosciamo oggi. Ecco come è nata Torta di mele Android 1.0.

Nonostante Android e Google mettessero molta enfasi sul progetto che era appena nato, o meglio, presentato al pubblico nel dicembre 2007, la concorrenza diretta non ha prestato molta attenzione a quell'invenzione che anni dopo avremmo scoperto sarebbe stata il primo OS in quanto a terminali disponibile da tutto il mondo. Ma tornando indietro nel tempo, alle premesse con cui si è presentato ufficialmente Torta di mele Android 1.0 era proprio che si trattava di un sistema totalmente gratuito e Open Source, che già segnava le notevoli differenze con iOS. Per quanto riguarda le caratteristiche di base, va ricordato che era basato sul kernel Linux 2.6.

Anche se di seguito riassumeremo quali erano i file caratteristiche principali presentate da Android 1.0 Apple Pie, che sicuramente aveva un'interfaccia migliorabile rispetto all'esperienza utente, e molte cose da risolvere, prima di notare che la presentazione del sistema operativo ha avuto a malapena alcun effetto perché i terminali disponibili con esso non erano una realtà fino al l'anno successivo, nel 2008. Ma non mettiamo l'acceleratore. Oggi dobbiamo ricordare tutto ciò che significava la prima versione ufficiale del primo aggiornamento di Android.

Torta di mele 1.0

Torta di mele Android 1.0

La prima versione di sistema operativo Android che viene presentato alla fine del 2007 e che non sarebbe stato sui telefoni fino a quando l'anno successivo non fosse arrivato con alcune possibilità che dettagliamo di seguito:

  • Notifiche in un menu a discesa
  • I widget desktop erano già inclusi
  • Quello che oggi è Google Play era standard, all'epoca l'Android Market, che tra l'altro non aveva alcun sistema di pagamento, ma offriva il catalogo completo dell'app store totalmente gratuito.
  • Integrazione con le applicazioni Google; Google Mail, contatti e calendario
  • Altre funzioni legate ai prodotti Google come il browser, le mappe, Google Talk, il player di YouTube.
  • Supporto per fotocamera già offerto

I primi bug rilevati e un'interfaccia piuttosto poco pratica hanno fatto sì che la concorrenza non prestasse loro molta attenzione. In effetti, tutta quella paura che si era scatenata nel 2005 con l'ingresso di Google in Android Inc, e le tante domande che si erano fatte prima dell'imminente presentazione sono state lasciate a nulla per qualche mese. Il resto della storia, lo riserviamo per il prossimo capitolo, in cui parleremo del primi dispositivi che sono stati integrati con il sistema operativo. E sarà proprio l'anno 2008.

Capitolo precedente | La vera storia di Android - Gettare le basi per Android (2006)


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.